top of page

Pre-Reading Program

Perchè iniziare a far conoscere i segni grafici ai bambini della scuola dell'infanzia?

Scuola Miele programma prereading bambina che legge un libro

Riflessione sulla lettura da parte dei bambini che ancora non ne possiedono la strumentalità

Non è necessario sottolineare quanto l’attività di ascolto e lettura ad alta voce di fiabe e racconti per i bambini, anche piccolissimi, sia un’esperienza formativa che incide favorevolmente sul loro sviluppo cognitivo, stimolando le competenze linguistiche emotive e sociali.

Leggere ad alta voce ai bambini piccoli è divertente ed è sorprendente come sin dalle prime verbalizzazioni “correggono” l’adulto che sta leggendo, se il testo narrato non è perfettamente identico a quanto da loro memorizzato in precedenza.

Ma perché è così importante leggere e scrivere?

Il modo di comunicare è molto cambiato negli ultimi anni e i mezzi di comunicazione sono tanti e diversi, alcuni utili, altri nefasti, ma la lettura e la scrittura rimangono le modalità comunicative fondamentali per consentire all’essere umano di gestire autonomamente il proprio rapporto con l’informazione e a cascata con le proprie aspirazioni sociali e culturali.

Ecco perché leggere rende liberi: scelgo in autonomia gli argomenti che mi interessano e osservo poi il mondo sulla scorta di quanto ho letto/appreso.

E’ vero, si può vivere senza i libri ma è altrettanto vero che in questo modo si vive in una realtà molto più limitata e superficiale.

Leggere e scrivere ci raccontano il passato, permettono di conoscere il presente e cosa più importante di tutte permettono di architettare importanti progetti per il futuro.

Scuola Miele programma di pre reading lettere alfabeto
Scuola Miele programma di pre reading bambino con libro

Quale approccio alla lettura prima di saper leggere?

Il segreto con i bambini è usare il gioco e l’esempio; in aggiunta il bambino deve venire a contatto con persone adulte che amano leggere e considerano la lettura un’attività non solo interessante ma anche divertente.

Occorre sempre tener presente che per un bambino leggere è un’attività faticosa e difficile: perché rinunciare a giocare con il giocattolo preferito per ascoltare un racconto?

 

Siamo sicuri che a leggere, scrivere e far di conto si impari in prima elementare?

Molti adulti credono che è stato a scuola che hanno imparato a leggere e scrivere, ma probabilmente non ricordano che imparare a leggere è un processo che si è costruito nel tempo, con le fiabe che ci hanno raccontato quando non sapevamo leggere, o semplicemente osservando adulti/bambini che maneggiavano libri.

Prima ancora di apprendere quel processo che dà il nome alle cose, abbinando un oggetto al simbolo astratto, le persone imparano a leggere ascoltando, proprio perché quando vengono raccontate loro delle storie sviluppano il piacere di accompagnare con l’immaginazione le vicende fantastiche racchiuse in un libro.

Emergent Literacy

 

Il termine sembra roboante, ma condensa quanto detto più sopra: lemergent literacy, sono le capacità emergenti necessarie affinché il bambino impari a leggere e scrivere.

I bambini in età prescolare riconoscono le parole rifacendosi al contesto visivo in cui quei termini sono collocati, pertanto il loro primo contatto con il codice scritto è orientato dalla forma visiva delle parole, e solo successivamente si attiva un approccio analitico-alfabetico.

Secondo il modello del “riciclaggio neuronale” il bambino impara a leggere nella scuola primaria perché il suo cervello possiede già in larga parte le strutture neuronali appropriate.

Durante il periodo prescolare il bambino avvia uno sviluppo linguistico e visivo funzionale alla buona preparazione del cervello alla futura lettura, pertanto l’età prescolare è fertile sia per la costruzione di un rapporto positivo tra libro e bambino, sia per il successivo apprendimento fonologico della lettura.

 

Educazione alla lettura e avvicinamento all’alfabetizzazione

 

Il processo di acquisizione del codice scritto si articola e si sviluppa attraverso fasi precise che, però, non si manifestano in tutti i bambini nello stesso momento: ciò che incide molto, in effetti, è l’esperienza che ognuno ha avuto in relazione alla lingua scritta, pertanto bambini della stessa età possono trovarsi a livelli diversi di concettualizzazione.

E' importante proporre ai bambini attività interessanti e stimolanti, utilizzando strumenti opportuni e strategie adeguate con l’intento non tanto di anticipare in loro l’apprendimento della lettura, quanto piuttosto di favorire questo processo;

la scuola dell’infanzia rappresenta un contesto educativo-formativo in cui l’attività di ascolto e lettura è un ottimo momento per far emergere e consolidare l’emergent literacy.

Se ci pensate i bambini, giocando con i libri che gli vengono messi a disposizione, ottengono un’immensità di risposte al loro desiderio di scoperta e conoscenza, e il segreto per ogni adulto che si cimenta in questa attività è sostenere i bambini nella scoperta del libro come compagno di giochi, facendo loro percepire, con l’esempio, che scegliere di leggere è una proposta privilegiata nella quotidianità della vita scolastica.

Scuola Miele programma di pre reading penna con mano
Scuola Miele programma di pre reading occhiali disegnati
bottom of page